Traslocare per cambiare casa significa spostare tutti i propri effetti personali, i vestiti, i mobili, gli elettrodomestici e i documenti da una casa ad un’altra. Le azioni che implicano la preparazione di un trasloco sono molto complesse e hanno certamente un peso notevole sulle persone coinvolte, quelle che insomma devono traslocare. Cambiare abitazione, scegliere un’altra residenza, vuol dire cambiare vita e doversi abituare a qualcosa di nuovo in maniera graduale. Le implicazioni psicologiche sono forti, soprattutto se è una scelta obbligata da motivazione che esulano dalla nostra volontà.

A volte però può trattarsi solo di un piccolo trasloco. E’ il caso, per esempio, quando cambiamo ufficio, e portiamo via solo faldoni di documenti, computer e stanante, ma tutto il mobilio resta doc’è. Oppure se cambiamo casa ma non dobbiamo spostare nessun mobile. Magari eravamo in affitto, e nella casa nuova abbiamo comprato tutto nuovo; a quel punto, porteremo via parecchi scatoloni, ma niente armadi o elettrodomestici ingombranti.

Anche in questo caso, è comunque conveniente rivolgersi a degli esperti, per effettuare il trasloco in maniera rapida ed efficiente. In questo articolo ci occuperemo proprio di questo e cercheremo di capire nello specifico quanto costa un piccolo trasloco a Torino.

Qualche scatolone e nessun montaggio

Quanto costa un piccolo trasloco a Torino? Nella città della Mole Antonelliana e capoluogo del Piemonte, un piccolo trasloco ossia una serie di operazioni non complicate che prevedono l’esclusivo spostamento di qualche scatolone e senza il bisogno di interventi inerenti lo smontare e il rimontare mobili da portare via, può giungere a costare una cifra relativamente bassa e cioè attorno ai 140 Euro. Molte volte anche se si stratta di un piccolo trasloco le ditte sono costrette al piazzamento dell’autoscala per spostare i mobili su e giu.

Per un trasloco piccolo che invece prevede qualche attività operativa inerente lo smontaggio, il carico, il trasporto di colli e il rimontaggio di uno o due elettrodomestici precedentemente smontati insieme al deposito di alcuni scatoloni, il prezzo medio che può essere richiesto nella zona abitativa di Torino può aggirarsi sui 250 euro.

Nel complesso possiamo capire che si tratta quindi di una spesa non particolarmente eccessiva contando che un grande trasloco, per cui le scatole da portare via sono molte e magari si vuole anche che qualcuno smonti e rimonti tutti i nostri mobili ed elettrodomestici, il prezzo a Torino può salire mediamente sulle 900 Euro.

Cosa si intende con “piccolo trasloco”

Abbiamo capito quanto può costare un piccolo trasloco a Torino e abbiamo visto come i costi non siano così esorbitanti. Ma quali sono le caratteristiche di un piccolo trasloco esattamente? Perché si chiama così? Questo tipo di spostamento di mobili è definito piccolo perché non comporta grandi operazioni di fatica; può  riferirsi allo svuotamento di un ufficio di dimensioni contenute, consistenti magari in documenti facilmente depositabili in qualche scatolone. Per un piccolo trasloco non sono necessari mezzi voluminosi se non un furgone da affittare per poche ore durante un giorno in settimana. In questo caso i costi scendono di molto. Proprio quando si vuole risparmiare si può provare ad affittare un furgone e guidarlo da sé.

Allo stesso modo un piccolo trasloco non ha certo bisogno che la ditta si occupi degli imballaggi poiché a questi si può pensare di provvedere in prima persona; gli oggetti da impacchettare saranno u numero relativamente basso e magari non troppo preziosi. Un trasloco esiguo non necessita dello smontaggio e del rimontaggio dei mobili, fatta eccezione del caso citato in precedenza riferito ad un paio di elettrodomestici. Da ultimo ci si può dedicare con olio di gomito alla pulizia del luogo da lasciare e di quello in cui si giunge senza richiedere questo servizio a pagamento aggiuntivo.

Articoli simili