Per trasloco s’intende lo spostamento di tutti i propri effetti personali, dalle suppellettili, ai mobili, agli elettrodomestici, all’abbigliamento, ai documenti, da un luogo a un altro. L’intero processo di azioni che coinvolgono la preparazione di un trasloco, ha un peso non poco notevole su chi deve organizzarlo e su chi lo vive. Traslocare implica cambiare abitazione o cambiare ufficio, scegliere una residenza diversa, spostare la propria vita anche in un altro Comune o magari all’Estero.

Quando si va a vivere in un posto diverso, ci si deve abituare in modo graduale alla nuova residenza. L’implicazione psicologica può essere molto forte, può causare rimpianti e fatica, problemi psicosomatici, ansia e depressione. Questo anche perché dal punto di vista pratico traslocare ci mette di fronte a una consistente attività molto lunga e minuziosa. Si inizia raccogliendo tutti quegli oggetti di piccole dimensioni, incartandoli uno per uno, proteggendoli e riponendoli all’interno di scatole di cartone che dovranno essere ben chiuse per il trasporto. Sarà fondamentale segnare con un pennarello nero indelebile il contenuto delle scatole. Si passerà quindi pian piano alla mobilia meno voluminosa, al vestiario, agli elettrodomestici, finché la casa sarà vuota. Tutto dovrà essere fatto con la massima cura, per evitare che niente si rovini o che si perda durante le operazioni di trasloco.

In questo articolo ci concentreremo su quest’ultimo atto, sulle vere e proprie operazioni di trasloco e, nello specifico, cercheremo di capire quanto costa fare un trasloco a Torino.

 

Costo trasloco Torino

Quanto costa un trasloco a Torino? Per quanto riguarda questo tipo di servizio nella città della Mole, la fascia di prezzo dipende da ciò che si vuole richiedere. Possiamo dire che, se il caso è quello di un piccolo trasloco, che prevede solo lo spostamento di alcune scatole senza il bisogno di interventi di smontaggio e montaggio di mobili, la spesa può aggirarsi sui 140 Euro.

Se invece si tratta di un trasloco di grande portata a Torino , con molte scatole da portare via e che prevede anche il dovere smontare e montare mobili o elettrodomestici voluminosi, la spesa in questo caso può arrivare a 900 Euro. Ciò che incide molto sul prezzo è la distanza tra gli immobili. Se il trasloco è nello stesso Comune tra immobili vicini, il prezzo sarà certamente inferiore rispetto a un trasloco da una casa localizzata in un dato Comune a un altro o in un’altra Regione. Generalmente si può fare una stima del prezzo in base ai km che distanziano gli immobili: possiamo dire che, fino a 100 km di distanza tra le case, la spesa si stima sui 180 Euro. Se le distanze superano i 100 km e arrivano ai 400 km, la spesa sarà di 500 Euro. Se sempre le distanze superano anche i 400 km e arrivano agli 800 km, la spesa allora raggiungerà le 850 Euro.

Elementi che possono incidere sul budget

Altri punti da considerare, per capire quanto può oscillare il costo di un trasloco a Torino, sono il costo a giornata del servizio del personale che si occupa del trasloco, i giorni e le ore totali necessarie al trasloco stesso per intero, i costi per l’eventuale montaggio e smontaggio dei mobili, i costi degli imballaggi, le modalità di trasporto, l’eventuale servizio di pulizia. Certamente, se si vuole risparmiare, si può pensare di provvedere da sé agli imballaggi degli oggetti, a smontare e montare mobili, alla pulizia dell’immobile da lasciare e di quello in cui arrivare. In ogni caso, per avere un prospetto maggiormente chiaro, si può chiedere un preventivo ad un’agenzia di traslochi torinese per capire effettivamente la realtà dei costi.

Articoli simili